Francesco Tadini e gli enigmi d’agosto: in cima alle scale ti sei arrestato, dove uno sguardo va ben gettato


Francesco Tadini, stupefatto, per il precedente enigma deve proclamare vincitori ancora una volta Matteo e Joyce! (Gianfranco si avvicinò, ma, alla fine… non ci beccò!). La cornice era un dettaglio di Broadway Boogie Woogie, di Mondrian, e Pinetop Perkins inventò il Boogie Woogie!

Ora, sempre a memoria dei viaggi che furono, Tadini si trova piuttosto sfinito per il percorso – fatto di corsa! – in amena piazza. Non grande. Meno male che c’è una panchina sotto degli alberi che permette di riposare e guardare dall’alto…

Francesco Tadini, oltre a domandarvi dove siamo e chi sono questi signori, invita a visitare (se la mano vi concede un piccolo click) il sito dell’archivio Tadini e godervi un bel pezzo scritto dal padre per una mostra di Gianfranco Pardi il quale, quest’anno, ha partecipato alla 54esima  Biennale di Venezia: http://francescotadini.net/2011/08/10/francesco-tadini-in-omaggio-a-gianfranco-pardi-che-partecipa-alla-54-biennale-di-venezia/

Ecco l’inizio, a spingervi a vincere la pigrizia agostana, del testo di Emilio Tadini: “Che cosa vuoi dire Holderlin, nei versi citati da Pardi, quando scrive: “poeticamente, abita/l’uomo”? Che l’uomo può abitare poeticamente? E che allora si darebbe la possibilità, per l’uomo, di abitare non poeticamente?…”

Continua Tadini:

“Non credo che il verso di Holderlin abbia questo senso. Credo piuttosto che Holderlin voglia porre, nel suo verso, il nesso indissolubile che lega l’abitare al poetico….”

*

Francesco Tadini ringrazia davvero tutti i frequentatori del sito e coloro i quali, con parole colme d’affetto, mi stanno aiutando a superare un “momento” indubbiamente non facile della vita.

tadini

Questo articolo è stato pubblicato in Francesco Tadini, Tadini e contrassegnato come , da Francesco Tadini . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su Francesco Tadini

Francesco Tadini. Aiuto Regista per alcuni anni al Teatro alla Scala di Milano, dall'Aida con Ronconi a il Pelleas et Melisande con Antoine Vitez. Regista televisivo per RAI, MEDIASET, TVSvizzera Italiana, ZDF, ARTE. Fondatore di tre società di comunicazione video e multimediale. Pubblicitario e consulente per ENI e SNAM Rete Gas. Ideatore e Produttore del primo adventure game multimediale di "Edutainment" in Italia, per ENI e LEGAMBIENTE: "Equilibrium". Ha realizzato per RAITRE per anni come autore e regista (sia dei documentari che delle dirette TV) il programma culturale di punta "Non solo Film" con Giancarlo Santalmassi conduttore. Un anno negli Stati Uniti con più di 1200 interviste realizzate per la RAI. Autore di 51 puntate del programma "La macchina del tempo" condotto da Alessandro Cecchi Paone e in onda su MTV Channel. Gallerista. Blogger. Ha fondato Spazio Tadini con la giornalista Melina Scalise

7 pensieri su “Francesco Tadini e gli enigmi d’agosto: in cima alle scale ti sei arrestato, dove uno sguardo va ben gettato

  1. Potremmo azzardare che siamo nella tua amata parigi e più precisamente a Montmartre… tanto cara a Francesco Tadini….

    C’è la scalinata, la pizza, gli alberi e panchine… i negozi sono colorati e simili a quello della foto.

    L’indizio della scritta sulla porta della vetrina ci rimanda a “Toutjours” di Guillaume Apollinaire (che è il signore col cappello)… ma l’altro barbuto ancora è un mistero… ci lavoriamo domani e poi vedremo….

  2. chiediamo un aiutino… che il barbuto sia il sig. Gustave Eiffel?
    ci sembra poco in carne, ma magari è un disegno datato…

    Che ci dice Francesco Tadini?

  3. il signore in rosso sembrerebbe assomigliare a vicenzo peruggia, l’autore del furto della gioconda. Anche apollinaire fu sospettato, arrestato e incarcerato per una settimana. Locale e piazza per ora per me sono un mistero, non sono riuscita a interpretare il nome del locale (galleria? libreria?) Passo !!!! Anna

  4. Pingback: Francesco Tadini: Gianni Dova, il 1945, Guernica e la terza via tra espressionismo astratto e realismo socialista | Francesco Tadini

  5. anna maria sei stata illuminante… la foto rappesenta Il Bateau-Lavoir (era uno stabile sito al numero 13 di place Émile-Goudeau nel quartiere di Montmartre a Parigi, famoso per essere stato l’abitazione di numerosi artisti del XX secolo di fama internazionale) [wikipedia] http://it.wikipedia.org/wiki/Bateau-Lavoir

    Lo si evince dalla insegna appena leggibile e dalla vetrina/porta…
    http://www.montmartre-guide.com/hi/histoire-et-lieux-celebres-de-montmartre/page1/i16/le-bateau-lavoir.html (questa la foto originale prima del taglio)

    Il personaggio misterioso è quindi un artista o uno scrittore. il disegno in internet è irrintracciabile. Secondo te potrebbe essere Henri Rousseau o Paul Gauguin?

    … che dici? L’abbiamo fregato Francesco Tadini?

I commenti sono chiusi.